Bari, vittoria di rigore. Potenza al tappeto, continua la fuga dei biancorossi

Davanti a soli 6488 spettatori, al San Nicola il Bari festeggia il Natale battendo il Potenza per 2-0.

Nella sfida contro il Potenza, mister Mignani cambia qualcosa negli 11 iniziali: tra i pali Frattali; in difesa Pucino, Celiento, Gigliotti che prende il posto dello squalificato Terranova, e Ricci che si guadagna la maglia da titolare sostituendo Mazzotta; a centrocampo torna Scavone, accanto agli ormai inamovibili Maita e D’Errico; sulla trequarti Botta dietro la coppia d’attacco Antenucci-Paponi.

L’arbitro Carrione fischia l’inizio del match. Il primo tiro è degli ospiti con una incursione di Coccia, ma la palla finisce al lato della porta biancorossa. Nonostante il Bari abbia in mano il pallino del gioco, la prima occasione arriva solo al 18’: Botta libera Scavone che prova la conclusione. La deviazione in angolo di Matino salva il risultato. La gara è nervosa con il Bari che non riesce a trovare i giusti spazi. Al 37’ Gigliotti tutto solo in area sbaglia tutto e spreca una ghiotta chance. Al 44’ grande azione di D’Errico che tenta in diagonale, palla di poco fuori. Finisce a reti bianche il primo tempo tra Bari e Potenza.

Nella ripresa mister Mignani sostituisce Paponi con Cheddira e il Bari parte all’arrembaggio. Al 48’ è proprio l’attaccante a rendersi protagonista mettendo in difficoltà Greco. Partita completamente bloccata e piena di cartellini gialli. Al 60’ rosso per Scavone che cade a terra per un presunto contatti con Piana. Per Carrione non c’è nulla: seconda ammonizione per lui ed è costretto a lasciare il campo. Bari in inferiorità numerica, ma al 63’ arriva l’episodio che sblocca il match: calcio di rigore per il Bari per un fallo di Maita su Cheddira Antenucci dal dischetto non sbaglia, abbraccia i compagni e porta in vantaggio i suoi. Al 68’ il Potenza ha l’occasione del pareggio con un tiro al volo di Salvemini, ma nulla da fare per la squadre di mister Trocini. Al 70’ i padroni di casa si fanno vedere ancora: traversone di D’Errico, velo di Cheddiro e Botta con il suo sinistro impensierisce Greco, la palla termina a lato. Al 74’ altro rigore per i padroni di casa: Cheddira serve D’Errico che viene steso. Ed è proprio il numero 14 che dal dischetto porta i biancorossi sul 2-0. Al minuto 80 fuori Botta, dentro Mallamo. Al minuto 88 esce D’Errico entra Belli. Sul finale si rivede in campo Simeri che sostituisce Antenucci.

Con due calci di rigore trasformati nel corso della ripresa, il Bari batte il Potenza e incamera gli ultimi 3 punti del 2021. La fuga degli uomini di mister Mignani continua

Puoi essere il primo a commentare on "Bari, vittoria di rigore. Potenza al tappeto, continua la fuga dei biancorossi"

Lascia un commento

Non sarà pubblicato alcun indirizzo email


*