Bari, il cuore e l’orgoglio: il Sudtirol scappa e viene ripreso, al San Nicola finisce 2-2

Al San Nicola, davanti a quasi 18mila e 500 spettatori, termina 2-2 tra Bari e Sud Tirol. Avversari molto più convincenti in questi primi 45 minuti.

Mezza rivoluzione in casa Bari. Complice l’assenza di Folorunsho, squalificato, Ceter, Maiello e Vicari non al meglio, mister Mignani fa le sue scelte: tra i pali Caprile; in difesa Pucino, Di Cesare (c), Zuzek, Ricci; nella metà campo Mallamo, Maita, Bellomo; in attacco Salcedo, Scheidler, Antenucci.

Dopo la conclusione a botta sicura di Salcedo al minuto 8, il Bari si vede poco nell’area di rigore avversaria. Al 21’ si sblocca il match e il Sud Tirol passa in vantaggio: dormita della difesa biancorossa che permette a Tait di andare a segno con un perfetto colpo di testa su assist di Belardinelli. Il guardalinee alza la bandierina per una possibile uscita della palla, ma il VAR dice il contrario. Al 37’ il raddoppio degli opsiti con Odugwu: altra dormita del reparto arretrato biancorosso con Belardinelli lasciato libero di crossare al compagno. Al 43’ si sveglia il Bari che accorcia le distanze con Di Cesare: punizione dalla trequarti offensiva di Bellomo e grande incornata in tuffo del capitano. Si riapre il match: il Bari dovrà affrontare il secondo tempo con un’altra testa.

Inizia la ripresa. Al 52’ Bravo Ricci che semina due avversari e emtte al centro. Altrettanto bravo Poluzzi a salvare il risultato. Al 63’ Rover, a tu per tu con Caprile, si divora la rete del 1-3 calciando a lato. Al 58’ doppio cambio per mister Mignani: escono Bellomo e Pucino, entrano Botta e Dorval. Al 63’ il gol del pareggio capita sui piedi di Scheidler che però centra in pieno la traversa. Al 65’ ha dell’incredibile la rete del pareggio di Salcedo che, su cross di Ricci e da posizione defilata, batte Poluzzi con un tiro a volo. In questo secondo tempo sono i padroni di casa ad avere il pallino del gioco. Al 75’ esce Salcedo, al suo posto Benedetti. Al minuto 82 Antenucci va vicino al gol del vantaggio, Poluzzi compie il miracolo. Al minuto 84 occasione clamorosa non colta da Carretta che salta Ricci e solo davanti a Caprile manda a lato.

Un Bari dai due volti infila il terzo pareggio consecutivo. Male i biancorossi nel primo tempo, sotto per due reti e mai in partita, ma tenuti in vita dal gol di capitan Di Cesare nel finale. Nella ripresa l’ingresso di Botta e la reazione quasi rabbiosa dei padroni di casa produce il gol, meraviglioso, del pareggio di Salcedo, alla prima rete stagionale. Secondo tempo frizzante e divertente, con grandi occasioni da una parte e dall’altra, che si conclude sul 2-2 finale.

Puoi essere il primo a commentare on "Bari, il cuore e l’orgoglio: il Sudtirol scappa e viene ripreso, al San Nicola finisce 2-2"

Lascia un commento

Non sarà pubblicato alcun indirizzo email


*