Partenza in 500, arrivo in Ferrari per il Bari a Rieti

Vince pur senza convincere, ribaltando la partita, il Bari di mister Cornacchini che, contro il Rieti, schiera un inedito 3-4-1-2 con Costa e l’esordiente Bianco a centrocampo e Terrani dietro Antenucci e Simeri. La prima mezz’ora di gioco scorre via senza particolari emozioni con l’eccezione di un gol di Antenucci, servito da Simeri, rete poi annullata dal direttore di gara per un ipotetico fuorigioco. Al 33’ si complica tutto per il Bari: un intervento di Sabbione in area di rigore viene giudicato falloso dall’arbitro che non esita a fischiare un calcio di rigore per il Rieti. Marcheggiani spiazza Frattali. È 1-0 per i padroni di casa. Dopo un primo tempo sottotono per i pugliesi, che quasi mai hanno impensierito Pegorin, riprende la gara ed è al 72’ che per il Bari cambia tutto.  La pericolosissima entrata di Tirelli ai danni di Hamlili costa al giocatore del Rieti il cartellino rosso: i laziali restano in 10 e il Bari ha ancora 18 minuti più il recupero per approfittare della superiorità numerica. Ed è proprio 5 minuti più tardi che i biancorossi trovano il gol del pareggio: dopo una serie di rimpalli, è Ferrari che in girata supera Pegorin. Il Bari non si accontenta del vantaggio e prova l’assalto finale. È ancora un episodio, arrivato in pieno recupero, a ribaltare tutto: Ferrari va alla conclusione ma viene ribattuta dalla mano di Gigli. Antenucci sul dischetto non sbaglia e, nel giorno del suo 35’ compleanno regala al Bari la vittoria e salva quella che sarebbe potuta essere una brutta giornata per la squadra di mister Cornacchini. I pugliesi, oggi, festeggiano la seconda vittoria in trasferta nell’attesa del posticipo, tra le mura amiche, di lunedì sera contro la Reggina.

Puoi essere il primo a commentare on "Partenza in 500, arrivo in Ferrari per il Bari a Rieti"

Lascia un commento

Non sarà pubblicato alcun indirizzo email


*