Meravigliosamente Bari! Brescia strapazzato (6-2) e aggancio alla vetta

Si torna in campo dopo la sosta per la nazionale e lo si fa al San Nicola con la sfida al vertice tra Bari e Brescia valida per la 7ma giornata di Serie B.

Contro la squadra di mister Clotet, il tecnico dei biancorossi Mignani schiera: Caprile tra i pali, rientrato mercoledì dagli impegni in nazionale under21; in difesa Dorval, che sostituisce lo squalificato Pucino, Di Cesare (c), Vicari e Ricci; Maita, Maiello e Folorunsho a centrocampo; Bellomo sulla trequarti preferito a Botta, con la coppia d’attacco formata da Cheddira, anche lui rientrato mercoledì dagli impegno con il Marocco, e Antenucci. Gigliotti e Galano esclusi per scelta tecnica.

L’arbitro Feliciani fischia l’inizio del match. Subito si intravede un Bari propositivo alla ricerca dei tre punti ancora mai conquistati in casa al San Nicola. E al minuto 8 arriva il vantaggio per i padroni di casa: punizione battuta perfettamente da Bellomo, su cui si avventa Folorunsho che in tuffo di testa batte Lezzerini. Al 21’ esce bene Caprile che con i pugni allontana il traversone di Karacic. Al 27’ raddoppia il Bari con Bellomo, che firma la sua prima rete stagionale in biancorosso. Traversone di Dorval, spizzata di Cheddira che libera Bellomo sul secondo palo. Il trequartista calcia di sinistro e fa esplodere il San NIcola. Al 35’ accorcia le distanze il Brescia con Aye, che sfrutta un rimpallo di Bellomo dal limite dell’area, ma il Var annulla il gol per posizione irregolare. E al 43’ arriva il 3-0 con Cheddira: assist di Dorval e spizzata di testa vincente del numero 11, al sesto gol in campionato.

Dopo 3 minuti di recupero, i biancorossi vanno al riposo sotto gli applausi scroscianti figli di una prestazione fin qui superba.

Inizia il secondo tempo. Al 52’ occasione Bari. Al 55’ serve il poker Cheddira: lancio di Dorval ed errore della difesa avversaria che permettere al numero 11 biancorosso di superare Lezzerini con un pallonetto. Al 60’ doppio cambio nel Bari: escono Cheddira e Bellomo tra gli applausi, entrano Scheidler e D’Errico. Al 64’ arriva la prima vera occasione per il Brescia con Magraviti, la cui conclusione sfiora il palo. Al 68’ va a segno anche Mirco Antenucci su una punizione deviata dalla barriera. Subito dopo il numero 7 viene sostituito, tra tantissimi applausi, da Salcedo. Il Bari non vuole smettere e al 77’ arriva il gol del 6-0 con Scheidler: Maiello per Salcedo che serve perfettamente il numero 26, che non può sbagliare. Al 78’ ancora un doppio cambio per i biancorossi: fuori Maia e Di Cesare, dentro Zuzek e Mallamo. Al minuto 86 segna Olzer il gol della bandiera. Al 91’ altra rete per il Brescia: a segno Moreo.

Finisce così al San Nicola. A un certo punto l’astronave sembrava doversi staccare dal suolo da un momento all’altro. Per un Bari maestoso e incontenibile. Che, a fronte di un’altra candidata alla Serie A, ha sfoderato una prestazione indimenticabile. Sei (SEI) gol da spellarsi le mani per gli applausi: apre Folorunsho, arrotonda Bellomo, sale in cattedra Cheddira (altri due gol in cascina), segna anche Antenucci e il punto esclamativo lo mette Scheidler, che entra e segna. I gol ospiti rimarranno solo un ricordo sfocato, questo Bari è da 10 in pagella. Anzi da 15, come i punti che regalano alla banda di Mignani la testa della classifica del campionato cadetto.

Puoi essere il primo a commentare on "Meravigliosamente Bari! Brescia strapazzato (6-2) e aggancio alla vetta"

Lascia un commento

Non sarà pubblicato alcun indirizzo email


*