Il Bari si sveglia troppo tardi. Al Tardini passa il Parma, addio alla Coppa Italia

Contro il Parma del tecnico Pecchia, mister Mignani fa ampio ricorso al turnover. Un Bari molto diverso da quello che si è visto fin qui: l’allenatore dei biancorossi pesca a piene mani da quelle che, finora, sono state di fatto considerate come seconde linee. Al Tardini, per i sedicesimi di Coppa Italia, i biancorossi scendono in campo così: Frattali (c); Dorval, Zuzek, Vicari, Ricci; Mallamo, Maita, D’Errico; Botta dietro la coppia d’attacco Salcedo, Scheidler.

Al Tardini l’arbitro Serra fischia l’inizio del match di Coppa Italia. Dopo i primi 27 minuti in cui il Parma ha avuto il pallino del gioco molto più del Bari, al 29’ trova i giusti spazi e va in vantaggio con il colpo di testa a incrociare di Benedyczak su cross di Sohm. Il Bari risponde al 33’ con il colpo di testa di Scheidler, ma il francese non riesce a dare forza al pallone e per Corvi è tutto semplice. Al 45’ esatto Serra fischia la fine del primo tempo e manda tutti negli spogliatoi: Parma 1-Bari 0.

Riprende il match davanti a 4.690 spettatori, di cui 910 ospiti. Al 49’ tentativo dalla distanza di Mallamo, bravo Corvi a bloccare in due tempi. Al 61’ doppio cambio per mister Mignani: dentro Cheddira e Benedetti per Scheidler e Maita. Al 62’ ci prova Sitz di tacco, Frattali blocca. Al 63’ Salcedo viene lanciato verso la porta e si ritrova a tu per tu con Corvi, ma il numero 40 gialloblu sbaglia lo stop e perde il tempo per la conclusione sprecando forse la più grossa occasione fin qui per il Bari. Ancora doppio cambio per gli ospiti: escono D’Errico e Salcedo, entrano Cangiano e Ceter. Sale in cattedra Corvi che con due parate miracolose, prima al 69’ sulla fucilata di Ceter e poi al 70’ sul lob di Vicari, si supera e salva i suoi. Ultimo cambio per mister Mignani che rispolvera Galano al posto di Botta.

Finisce al Tardini il sogno del Bari di andare avanti in Coppa Italia, e di sfidare l’Inter negli ottavi di finale. Basta un tempo, il primo, al Parma di Pecchia per imporsi dal punto di vista del gioco e del risultato grazie al gol di Benedydczak. Nella ripresa molto meglio i biancorossi, che però trovano sulla propria strada un Corvi straordinario, autore di almeno un paio di parate superlative. Il Bari saluta la competizione di fronte ai 910 tifosi ospiti, veri protagonisti di questo mercoledì di Coppa

Puoi essere il primo a commentare on "Il Bari si sveglia troppo tardi. Al Tardini passa il Parma, addio alla Coppa Italia"

Lascia un commento

Non sarà pubblicato alcun indirizzo email


*