Il Bari cade ancora, al Menti si impone la Juve Stabia

Al Romeo Menti, la Juve Stabia batte un Bari dalle poche idee.

Contro le vespe c’è solo una novità nella formazione di mister Mignani ed è a centrocampo: Scavone sostituisce l’infortunato Maita. Confermata, invece, anche la coppia d’attacco Antenucci-Simeri, andata a segno su azione contro il Catanzaro. Per la prima volta da inizio stagione il tecnico biancorosso sceglie di dare continuità.

L’arbitro Marini fischia l’inizio del match. Il primo quarto d’ora scorre via senza particolari emozioni. Le due squadre si studiano, i ritmi sono bassi e gli spazi pochi. Al 20’ la partita inizia ad infiammarsi e arriva la prima vera occasione per i padroni di casa: Pucino va a contatto con Eusepi in area barese, per l’arbitro Marini è tutto regolare. Sul prosieguo è Panico a coordinarsi per il destro a giro, Frattali risponde presente in tuffo; Sul successivo cross di Davì, Eusepi di testa sfiora il vantaggio ma era in fuorigioco. Al 29’ altra occasione per la compagine di mister Sottili: palla persa da Scavone, bravo Gigliotti a chiudere in scivolata su Eusepi. Il Bari fa fatica a costruire sul campo sintetico del Romeo Menti di Castellammare di Stabia. Al 44’ Simeri ci prova di destro dalla distanza, tiro centrale e Sarri riesce a bloccare. Sullo scadere del 45’ minuto arriva l’episodio che sblocca il match: calcio di rigore per la Juve Stabia per un tocco di mano di Gigliotti. Sul dischetto Eusepi che non sbaglia, spiazza Frattali e porta in vantaggio i suoi. Finisce il primo tempo: Juve Stabia 1-Bari 0.

La seconda frazione di gioco riprende con una doppia sostituzione nel Bari: escono Botta e Scavone, dentro Marras e Di Gennaro. Mister Mignani cambia disposizione tattica e opta per un 4-2-4 o 4-3-3 a elastico. Al 59′ Juve Stabia ad un passo dal raddoppio con Panico. Conclusione dal limite dell’area con la palla che sfiora l’incrocio e termina sul fondo. Ancora doppio cambio per il Bari: fuori Bianco e Simeri, dentro D’Errico e Cheddira. Al 65’ è ancora Panico a rendersi pericoloso: Il numero 11 avanza palla al piede per 30 metri e calcia con il sinistro ad incrociare, Frattali blocca. Al 76’ esce Mallamo, entra Citro. Al minuto 86 conclusione potente di Citro, ma Sarri respinge con i pugni. Al minuto 87 Gigliotti scalcia Evacuo dopo che aveva scaricato il pallone, per lui è il secondo giallo: Bari in dieci. Continua la salita per gli ospiti. Al minuto 89 D’Errico sfiora il pari, ma la palla termina sul fondo.

Dopo sei minuti di recupero, Marini mette fine a una partita da dimenticare per i biancorossi di mister Mignani. Il secondo KO di stagione, ancora una volta in trasferta.

Puoi essere il primo a commentare on "Il Bari cade ancora, al Menti si impone la Juve Stabia"

Lascia un commento

Non sarà pubblicato alcun indirizzo email


*