Il Bari cade, al San Nicola passa il Messina. Per i biancorossi prima sconfitta casalinga

Cade per la prima volta il Bari al San Nicola e lo fa contro il Messina del tecnico Raciti. I biancorossi accorciano dalla seconda in classifica: è +8 sulla Virtus Francavilla.

Contro i siciliani mister Mignani cambia poco o nulla: Frattali tra i pali, rientrato dal turno di squalifica; in difesa Pucino, Terranova, Gigliotti, Ricci; a centrocampo Maita, Maiello e Scavone; D’Errico dietro la coppia d’attacco Antenucci, Cheddira. Ancora panchina per Cristian Galano.

Dopo la premiazione di capitan Di Cesare per le sue 150 presenze in biancorosso festeggiate contro il Monterosi Tuscia, l’arbitro Ricci fischia l’inizio del match. Partono bene gli ospiti e al 4’ Fofana va alla conclusione, respinta però dalle gambe di Gigliotti. Al 9’ ci prova Antenucci, Lewandowski respinge con qualche incertezza.  E sul calcio d’angolo calciato da Maiello, svetta indisturbato Terranova che deposita alle spalle di Lewandowski. Per il Bari è 1-0 dopo appena dieci minuti di gioco. Arriva, però, al 15’ il pareggio degli ospiti con la rete di Trasciani, lasciato troppo solo da Pucino. Tutto da rifare per i biancorossi. Al San Nicola, davanti a poco più di 5mila spettatori i ritmi sono molto bassi, con il Messina che non sfrutta le disattenzioni della retroguardia del Bari. Al 40’ Frattali blocca a colpo sicuro una insidiosa conclusione dalla distanza. Al 43’ i padroni di casa arrivano vicinissimi al raddoppio: Pucino crossa perfettamente per Antenucci che a botta sicura colpisce di testa, ma becca un clamoroso palo. Ricci fischia la fine della prima frazione di gioco: Bari 1-ACR Messina 1.

Buon avvio di secondo tempo dei biancorossi che però non riescono a trovare il giusto spazio. Mister Mignani prova a cambiare qualcosa: sostituisce Scavone con Galano, che entra tra gli applausi dei tifosi presenti. D’Errico sale, così, a centrocampo. Al 76’ Lewandowski fa il miracolo sul tiro a botta sicura di Cheddira, che al 78’ viene sostituito da Simeri. Bravo il Messina a chiudersi senza lasciare alcuna possibilità ai biancorossi. E al 42’ la beffa: il Messina, in contropiede, passa in vantaggio con Concalves servito da Fonfana.

Dopo le due vittorie consecutive in trasferta, il Bari torna a patire il mal di casa. È ancora una volta una siciliana a frenare i biancorossi che, dopo aver impattato sul 3-3 con il Catania nell’ultimo turno casalingo, si piegano al Messina.

Puoi essere il primo a commentare on "Il Bari cade, al San Nicola passa il Messina. Per i biancorossi prima sconfitta casalinga"

Lascia un commento

Non sarà pubblicato alcun indirizzo email


*