Gela-Bari, la sfida del gol. Ma dove si giocherà?

Una sfida a chi segnerà di più quella che andrà in scena domenica tra il Bari di mister Cornacchini e il Gela di Karel Zeman, figlio d’arte, che dal punto di vista dell’atteggiamento della squadra sembra voler ripercorrere le orme del più famoso papà.

Il Gela, terzo in classifica, con 23 gol segnati fa della propensione offensiva il proprio marchio di fabbrica, vantando tra le sue fila anche il capocannoniere del girone, Giuliano Alma con 9 gol, al pari di Sorrentino del Portici. Insieme al Bari la squadra siciliana possiede il miglior attacco del campionato, ma anche, con ben 16 reti subite, la peggior difesa tra le prime nove in classifica.

Dodici dei venti punti in classifica (6 vittore, 2 pareggi e 3 sconfitte) sono stati realizzati in trasferta, lontano dalle mura dello stadio Vincenzo Presti, struttura che sta causando non pochi problemi alla società biancazzurra. Infatti, a causa dell’inagibilità dello stadio, il Gela è stato costretto finora a giocare a porte chiuse, dopo che il presidente ha minacciato più volte di disimpegnarsi completamente. Pur di sostenere la propria squadra i tifosi si radunano su un terrazzino che affaccia proprio sul campo (foto da pagina Facebook del Gela) e ad ogni vittoria i ragazzi di mister Zeman si ritrovano a festeggiare salutando la loro insolita “curva”.

L’impossibilità di aprire la campagna abbonamenti e di vendere i biglietti per le partite singole, con gli sponsor che faticano ad avvicinarsi, ha reso la gestione economica completamente insostenibile per i siciliani. Nonostante l’impegno profuso da parte della dirigenza, che addirittura ha messo su uno store online per cercare di coinvolgere la tifoseria e provare ad autosostenersi, la situazione resta gravissima. Come se non bastasse, è notizia di questa mattina che dei vandali hanno danneggiato il manto erboso del Presti, rimuovendo le linee perimetrali delle due aree di rigore e rendendo quasi impossibile la disputa del match contro il Bari. A questo punto è sempre più probabile che si giochi altrove: si potrebbe giocare a Licata, ma senza l’ok dei pugliesi e della LND l’ipotesi alternativa potrebbe essere rappresentata dallo stadio di San Cataldo.

La notizia con foto pubblicata oggi da quotidianodigela.it

Tra le due squadre c’è un unico precedente nella stagione ‘53/’54, sempre in Serie D. Nel girone di andata finì con un pareggio per 0-0 in casa del Bari, al ritorno invece a spuntarla furono i pugliesi per 4-0.

Puoi essere il primo a commentare on "Gela-Bari, la sfida del gol. Ma dove si giocherà?"

Lascia un commento

Non sarà pubblicato alcun indirizzo email


*