Bedollo, #day8. Benvenuto Sabbione, bentornati tifosi!

Yes, week-end! Qui a Bedollo, per noi “addetti ai lavori”, non c’è alcuna differenza tra giorni feriali e festivi. Fatta questa doverosa premessa, siamo davvero contenti di essere arrivati al secondo fine settimana tra le montagne dell’altopiano di Pinè. Perché prima di essere giornalisti siamo tifosi del Bari, e quando vediamo arrivare tanti tifosi ci si riempie il cuore di gioia. In questo splendido sabato regalatoci dal meteo, sono giunte nella sede del ritiro del Bari le prime carovane colorate di bianco e di rosso piene di uomini, donne e bambini. Tifosi residenti al nord, perlopiù. Che poi sono quelli che, a causa del fallimento sportivo che ha costretto il Bari alla Serie D, hanno sofferto più di tutti. Perché naturalmente i biancorossi, dalle loro parti, nella stagione appena trascorsa non ci sono transitati affatto. E dunque sono loro i più “affamati”, quelli che non vedono l’ora di ricominciare e che non hanno voluto perdere l’occasione di guardare da vicino la banda di Cornacchini. Non abbiamo potuto fare a meno di intervistarli, ovviamente. Tanto era l’entusiasmo che, dopo quattro chiacchiere, è partito inevitabilmente il coro al quale ci siamo uniti con gioia. Che bellezza, davvero.

A proposito di bellezza. Dovete sapere che la nostra pausa pranzo si è tenuta presso un magnifico ristorante qui vicino. Una baita immersa nel verde, da cui si può ammirare il panorama che campeggia in foto. Una vista meravigliosa, mozzafiato, che in un attimo fa dimenticare tutte le fatiche delle giornate precedenti e regala la giusta carica per affrontare l’ultima settimana di ritiro, ormai alle porte. Ah, tanto per farvi un po’ schiattare d’invidia. Dopo aver messo qualcosa nello stomaco, e prima di tornare giù a registrare la nostra solita striscia quotidiana -che, come sempre, va in onda su TeleSveva alle 23.30 e su Radio PoPizz alle 22.05 e in replica all’01.32- abbiamo deciso di regalarci qualche minuto su delle sdraio a prendere il sole. Si lo sappiamo, molti di voi avranno trascorso la propria giornata in riva al mare. Che un po’ manca anche a noi, sia chiaro. Diciamo che oggi ci è mancato meno, ecco.

Sempre rimanendo in tema mare, oggi -come vi avevamo preannunciato- è arrivato a Bedollo Alessio Sabbione. Perdonate la battuta squallida, ma a quest’ora la stanchezza inizia a farsi sentire. Ad ogni modo il centrale difensivo, che in mattinata ha svolto il primo allenamento con i nuovi compagni, è stato prelevato dal Carpi a titolo definitivo. E firmerà un bel quadriennale. Benvenuto! E Perrotta, direte voi? Niente paura, anche lui domani dovrebbe unirsi al gruppo. E anche lui ha un contratto di quattro anni che lo aspetta.  Ma la novità di giornata è Filippo Berra: il forte terzino destro classe ‘95, nelle ultime quattro stagioni alla Pro Vercelli, sembra essere vicinissimo a sposare la causa biancorossa. Il management dei galletti ha condotto la trattativa nel riserbo più assoluto, anche perché c’era da battere la concorrenza del Pordenone, che sembrava vicinissimo al calciatore. E invece, stando a quanto filtra da queste parti, Berra e la Pro Vercelli avrebbero di fatto chiuso l’accordo con il Bari, e il ragazzo arriverà a Bedollo agli inizi della prossima settimana. Fermi restando gli arrivi di Ferrari e, con ogni probabilità, D’Ursi, che però saranno invece acquistati dal Napoli.

Insomma, quello dei pugliesi è un mercato che -se tutte queste operazioni dovessero chiudersi, e non abbiamo alcun motivo di dubitarne- si può tranquillamente definire stratosferico. Certo, probabilmente poi bisognerà pensare anche a qualche cessione (il nome di Bolzoni, in tal senso, continua a rimbalzare come probabile partente), ma al momento è presto per parlarne.

Bene, diremmo che anche per oggi è tutto. Anzi no. Perché quasi ci dimenticavamo di dirvi che domani il Bari torna in campo. E lo farà contro i dilettanti dell’AC Pinè, con una squadra completamente diversa da quella vista in campo con la Fiorentina, per almeno un paio di motivi. Anzi tre. Intanto, mister Cornacchini ritroverà Costa, Folorunsho e Neglia -non Floriano, che non ancora smaltito la distorsione alla caviglia sinistra- che avevano saltato la prima amichevole per un affaticamento. In secondo luogo, perché si sono aggiunti altri giorni di lavoro nelle gambe dei ragazzi. Ma, soprattutto, perché ci saranno tanti tifosi a colorare il campo di Bedollo. Il nostro invito è ogni volta lo stesso: veniteci a trovare. Anche se stiamo lavorando, nessun problema. Per chi ha il cuore biancorosso, il tempo si trova sempre! A domani!

Puoi essere il primo a commentare on "Bedollo, #day8. Benvenuto Sabbione, bentornati tifosi!"

Lascia un commento

Non sarà pubblicato alcun indirizzo email


*