Bedollo, #day14. Cala il sipario sul ritiro dei biancorossi. Il Bari e ilBari.tv tornano a “casa”

Ok, lo diciamo subito: non è facile scrivere queste righe stasera. Perché quella che ci aspetta, con una lieve pioggerellina ad accompagnarci, sarà l’ultima notte qui a Bedollo. Ebbene si, queste due settimane di ritiro al seguito della banda di Cornacchini sono letteralmente volate, e non è un modo di dire. Vero, ci sono stati giorni in cui non si vedeva l’ora che arrivasse la sera. E ce ne sono stati alcuni in cui, al contrario, sarebbe stata necessaria qualche ora in più. Per finire di montare un video, per fare un’altra diretta, per lavorare e caricare più velocemente le foto. O semplicemente per prendere un po’ di respiro.

Ma tant’è. Le luci, qui a Bedollo, stasera si spegneranno per l’ultima volta. Dopo l’allenamento mattutino e la conferenza stampa di Frattali -a proposito, vi invitiamo a gustarvela integralmente sulla nostra pagina Facebook, Gigi è un gran chiacchierone e ha detto tante cose interessanti-, i ragazzi hanno potuto godere di un pomeriggio completamente libero. Domani, di buon mattino, l’ultima sgambata e poi, alle 11, la partenza per Trento, da dove un treno riporterà il gruppo -che nel frattempo si è allargato- a Bari. Il gruppo, appunto. In queste due settimane abbiamo imparato a conoscere i protagonisti del Bari che verrà. Abbiamo visto crescere, giorno dopo giorno, la truppa agli ordini del mister. Numericamente, ma non solo. Tra una corsa e una ripetuta, tra uno sbuffo e un rimprovero, tra una riunione tecnica e una seduta di tattica, li abbiamo visti ridere, scherzare, prendersi a calate e tirarsi gavettoni. L’impressione è che questa squadra sia già una famiglia. O che quantomeno stia lavorando per diventarlo. Non solo un gruppo di lavoro. Non solo dei professionisti che faticano per prepararsi al meglio per il campionato. Insomma, noi non sappiamo se questo Bari vincerà. Non sappiamo quanto ci sarà da soffrire. Però sappiamo che la strada intrapresa, qui tra le montagne del Trentino, è quella giusta. Dove porterà, solo il campo, giudice supremo, potrà dirlo.

E allora andiamo via contenti. Contenti per aver fatto al meglio delle nostre possibilità il nostro lavoro. Contenti per i feedback positivi ricevuti. Contenti per aver visto tanti tifosi col sorriso venire a cercarci ogni giorno per un semplice saluto. Contenti per i rapporti umani che si sono consolidati con i tanti colleghi. Contenti per aver visto nascere, sin dal primo giorno, sin dal primo istante, la “creatura” Bari. Contenti, e anche un po’ stanchi. Perché anche a noi è mancato il mare, è mancata l’aria di città, sono mancati i nostri affetti. L’unica cosa che non ci è mancata affatto è il caldo, anche perché si è fatto sentire, forte, anche qui. E pensare che le nostre valigie erano piene di maglioncini, felpe, impermeabili e piumini. Intatti, o quasi.

Di questo ritiro, porteremo nel cuore tante cose. La pace della montagna, i panorami mozzafiato, le cene e le serate karaoke con i colleghi, e perché no anche le litigate. Perché anche quelle aiutano a crescere e maturare. Porteremo con noi i caffè al bar, le “zuffe” per avere il posto migliore per telecamere e microfoni, le innumerevoli telefonate alla ricerca della notizia, le corse per andare a riprendere i nuovi che arrivavano, giorno dopo giorno.

E porteremo con noi il vostro affetto. Quello che, anche con un banale “mi piace” o un semplice commento, ci avete dimostrato tutti i giorni. E credeteci, porteremo con noi anche le critiche. Guai se non ce ne fossero, perché vorrebbe dire che siamo perfetti, e invece sappiamo di non esserlo. Grazie per essere stati con noi. Grazie per averci fatto sentire più vicini a “casa”.

Da Bedollo è tutto, ci vediamo a Bari!

#StayTuned

Puoi essere il primo a commentare on "Bedollo, #day14. Cala il sipario sul ritiro dei biancorossi. Il Bari e ilBari.tv tornano a “casa”"

Lascia un commento

Non sarà pubblicato alcun indirizzo email


*