Bari, comincia l’era Vivarini: “Contento della chiamata, lavorare per questi colori è un onore”

foto SSC Bari

Vincenzo Vivarini è il nuovo allenatore della SSC Bari. La società del presidente Luigi De Laurentiis ha scelto il sostituto di Giovanni Cornacchini, esonerato dopo la sconfitta per 1-0 patita sul campo della Virtus Francavilla.

Vivarini, nell’ultima stagione ad Ascoli, dove ha condotto i marchigiani a una tranquilla salvezza, ha firmato con il club biancorosso un contratto biennale. Sarà affiancato dal suo vice Andrea Milani (ex biancorosso, 33 presenze nella stagione 2006-2007) e dal nuovo Responsabile dei preparatori atletici Antonio Del Fosco.

Di seguito, il comunicato con cui la SSC Bari ha ufficializzato l’ingaggio del nuovo tecnico:

“SSC Bari rende noto l’accordo biennale tra la Società biancorossa e il tecnico Vincenzo Vivarini che assumerà l’incarico di Responsabile Tecnico della Prima Squadra.

Vivarini, nato ad Ari, provincia di Chieti, il 2 gennaio ’66, dopo una carriera da attaccante, sceglie di allenare nei primi anni 2000, collaborando con il tecnico Maurizio Sarri allora guida del Pescara. Da allenatore in prima, nella stagione 2009-10, conquista una insperata promozione dalla D alla Lega Pro Seconda Divisione con il Chieti chiudendo al 6° posto alla prima tra i professionisti.
Dopo l’esperienza all’Aprilia, portata fino ai play-off, viene chiamato a guidare la formazione del Teramo dove in tre anni conquista una storica promozione con gli abruzzesi (successivamente annullata da sentenza della giustizia sportiva). In Cadetteria ha guidato il Latina, l’Empoli e, nella passata stagione, l’Ascoli.  

A mister Vivarini un caldo benvenuto nella famiglia Bari”.

Queste, invece, le prime parole del neo tecnico dei biancorossi, rilasciate al sito ufficiale della società di Strada Torrebella alla vigilia di Bari-Monopoli, match d’esordio sulla panchina dei galletti:

«Sono molto contento di questa chiamata; ho una gran voglia di cominciare a lavorare, farlo per questi colori è un onore e un grande stimolo, una piazza stupenda, uno stadio meraviglioso. Domani sera si gioca, non vedo l’ora di scendere in campo per il primo allenamento; non c’è spazio per i fronzoli, bisogna andare al sodo, preparare la partita cercando di dare il meglio, entrare subito nella testa dei giocatori e ovviamente cercare di fare risultato». 

Puoi essere il primo a commentare on "Bari, comincia l’era Vivarini: “Contento della chiamata, lavorare per questi colori è un onore”"

Lascia un commento

Non sarà pubblicato alcun indirizzo email


*