Bari, che peccato! La Paganese frena la corsa dei biancorossi, in 10 per un tempo

Non è bastata un’ottima prestazione: al San Nicola il Bari, che ospitava la Paganese, non riesce ad andare oltre l’1-1.

Contro i campani due grandi novità nella formazione di mister Mignani: Di Gennaro, al suo esordio da titolare con la maglia biancorossa, nelle vesti di regista tra D’Errico, tornato in campo dopo un turno di sosta, e Maita; Simeri, determinante in questo inizio di stagione, dal primo minuto accanto ad Antenucci. Pugliesi che scendono in campo con il lutto al braccio in memoria di Marcello Diomedi.

L’arbitro Petrella fischia l’inizio del match. Il Bari parte subito affamato e al 2’ trova già il gol del vantaggio: Antenucci, prima bloccato da Murola, serve da terra Botta che di destro batte Baiocco.
Al 5’ risponde la paganese con Firenze, palla che finisce sull’esterno della rete. Al 15’ mister Mignani è costretto al primo cambio: dentro Bianco, fuori Di Gennaro, a causa di un fastidio al ginocchio destro. Al 23’ arriva il primo vero pericolo per il Bari: tiro di Cretella, smanaccia Frattali, ma Belli riesce a chiudere in angolo. Al 43’ i biancorossi hanno l’occasione del raddoppio, ma Botta non è preciso nei tempi del passaggio, la palla finisce sui piedi di Maita, che non trova la porta. Recupero di fuoco al San Nicola, davanti a 5030 tifosi biancorossi e 324 ospiti: brutta botta per il Bari che resta in 10, per via dell’espulsione rifilata a Bianco in una mischia su calcio d’angolo. Poco prima della fine del primo tempo Petrella vede una gomitata su Di Cesare e fischia un rigore sacrosanto per il Bari: sul dischetto va Antenucci che calcia forte, ma Baiocco fa il miracolo e para con l’aiuto del palo. Termina così la prima frazione di gioco: Bari 1 – Paganese 0.

La ripresa comincia con un doppio cambio nel Bari. Mister Mignani, con i suoi in inferiorità numerica, fa uscire Botta e Antenucci che lasciano il posto a Mallamo e Cheddira. Al 46′ ci prova Simeri, palla fuori. Al 51′ padroni di casa vicini al raddoppio: D’Errico serve Ricci, Cheddira non di testa manda alto e spreca. Al 58′ la Paganese ha un’occasione clamorosa con Piovaccari che, a causa di un errore della difesa biancorossa, può calciare a botta sicura, ma il salvataggio di Terranova ha del miracoloso. Il Bari, nonostante l’inferiorità numerica, cerca disperatamente il raddoppio: al 61′ bellissima giocata di Ricci che salta due uomini e va al tiro, Baiocco blocca. Al 62′ è la Paganese ad avere un’altra chance, ma il risultato viene salvato prima dalla traversa e poi da Frattali che si supera sulla rovesciata di Piovaccari. Al 63′ Grassaodni manda in campo Zito, tanti i fischi per il giocatore. Il Bari soffre, ma non si lascia intimorire e resta concentrato. Ma non basta, perché al 75′ la Paganese riapre il match in contropiede: Piovaccari percorre il campo per 40 metri palla al piede, arriva al limite e scarica per Firenze. Piattone e palla sul secondo palo, Frattali non può nulla. Al minuto 84 è il Bari ad avere una doppia occasione, prima con D’Errico e poi con Simeri, ma il pallone non vuole saperne di varcare la linea di porta.

Arriva il triplice fischio finale: termina 1-1 tra Bari e Paganese, con i biancorossi che, complice la sconfitta del Monopoli, rimangono da soli, al primo posto in classifica, a quota 11 punti.

Puoi essere il primo a commentare on "Bari, che peccato! La Paganese frena la corsa dei biancorossi, in 10 per un tempo"

Lascia un commento

Non sarà pubblicato alcun indirizzo email


*